Comune: Sciaga e Montoia
 

Il comprensorio interessa tutto l'ampio versante sinistro degli Alpi di Sciaga e della Montoia da una quota di circa 1'200 m/sm sino a circa 1'600 m/sm.

(foto: Daniele Guerra)

Monti Sciaga

La zona di Sciaga è un ampio spazio aperto di oltre 200mila metri quadrati esposto a Sud. Oltre ai vasti terreni agricoli Sciaga è particolarmente significativo per la presenza di un nucleo insediativo che è andato costruendosi lungo il sentiero che, proveniente da indemini, sale verso l'Alpe Montoia. L'organizzazione insediativa definisce una struttura urbanistica particolare e interessante. Gli edifici rettangolari sono disposti lungo le curve di livello seguendo il sentiero, per cui il complesso è organizzato su quote diverse. Anche se alcuni edifici sono in parte diroccati la struttura edificata è particolarmente significativa e denota una conoscenza dell'arte della costruzione molto raffinata. Infatti, pur disponendo unicamente di materiali del posto, è significativo notare come le costruzioni fossero erette con conoscenza del mestiere grazie alla precisione degli angoli e la linearità delle facciate. In base al Piano Regolatore l'insediamento è definito quale 'nucleo' dove sono ammessi i cambiamenti d'uso solo nel rispetto della tipologia architettonica originaria.

Il nucleo durante l'inverno.

Gli intorni agricoli concorrono a rafforzare la qualità paesaggistica del Nucleo. In tal senso, per diverso tempo, gli ampi spazi aperti non sono più stati gestiti quindi anche a Sciaga il fenomeno dell'imboschimento è stato importante.

Nel 1998 il Comune di Indemini ha potuto acquistare buona parte di tutte le proprietà di Sciaga, in particolare tutta l'area agricola e oltre una trentina di rustici. L'acquisto ha creato le premesse affinché il Municipio potesse avviare una gestione del comparto coerentemente con le potenzialità che vi sono state rilevate.

Nel 1999 il Comune, grazie anche agli aiuti del Fondo nazionale per il paesaggio e alla LIM, ha organizzato un primo intervento di pulizia del pascolo che ha permesso di recuperare non meno di 150mila metri quadrati di superficie (precedentemente occupata da arbusti e cespugli).

La gestione agricola del comparto è stata quindi avviata in modo razionale e giuridicamente definita grazie alla stipulazione dei contratti di affitto con i contadini che potranno quindi disporre di una ulteriore superficie di pascolo per la stagione estiva.

Recentemente è stato collaudato l'acquedotto agricolo che permette di alimentare la zona con acqua potabile; l'intervento è stato di fondamentale importanza in prospettiva di un ulteriore sviluppo della attività agricola. L'acquedotto agricolo è stato realizzato grazie all'aiuto finanziario della Sezione Bonifiche e Catasto, della Fondazione svizzera per l'aiuto ai montanari nonché al volontariato della gente del posto. Recentemente sono pure state posate due fontane.

Il comune organizza, ogni anno, una giornata di volontariato per la pulizia del nucleo e il mantenimento delle strutture e della strada affinché si possa rallentare il degrado in attesa che venga approvato il progetto "Far rivivere Sciaga", progetto elaborato dal Comune stesso e sostenuto dal Cantone. Le autorità cantonali hanno infatti già garantito uno stanziamento di 700 mila nel contesto del progetto aggregativo del Comune di Gambarogno.

Alpe Montoia

La zona dell'Alpe Montoia, pur facendo parte della stessa area territoriale di Sciaga ma di proprietà del Patriziato, resta discosta da essa ed è situata a 1'600 m/sm.

Completamente ristrutturata di recente dal Patriziato di Indemini, l'alpe è caricata con cento capre dal maggio 2008 e durante il mese di agosto si possono vedere anche mucche scozzesi al pascolo. Nel rustico che accoglie il nuovo caseificio si producono formagella e formaggini di capra. I gestori dell'Alpe Montoia, Gabriele Guggiari e Lara Demarchi, offrono anche un piccolo servizio di ristoro per i passanti.


I collegamenti al comprensorio sono assicurati attraverso diversi sentieri provenienti da tutti i settori della zona. Dai Monti di Idacca lungo la strada cantonale è possibile raggiungere Sciaga tramite un sentiero poco impegnativo. Lungo il percorso si collega con un altro sentiero che porta all'Alpe Montoia ed in seguito verso il Monte Tamaro rispettivamente verso il Monte Lema. Sciaga e Montoia si trovano quindi lungo percorsi particolarmente frequentati.

Alcuni volontari all'opera nel nucleo durante le giornate di pulizia e manutenzione del comprensorio. (foto: Daniele Guerra)

Di rilievo è invece il percorso che a valle di Indemini, dopo aver attraversato il torrente Giona, si inerpica verso Sciaga. Lungo questo percorso si leggono diversi avvenimenti della storia del Comune. Scendendo a valle di Indemini sul versante destro del Giona ci si inoltra nella Selva castanile. Nella zona di attraversamento del torrente sono presenti alcuni mulini dove veniva macinata la segale e verosimilmente anche le castagne. Una volta attraversato il torrente, il sentiero (via storica) è lastricato in matriale grezzo del posto, testimonianza dell'importanza del percorso nell'ambito della vita quotidiana di un tempo e delle intense relazioni che intercorrevano tra il villaggio e Sciaga. Un segno di devozione popolare è rappresentato dalla cappella votiva che si trova lungo il percorso poco prima di giungere al pascolo di Sciaga. Tale sentiero viene mantenuto permanentemente in buono stato. Durante l'estate del 2000 sono stati realizzati interevnti di miglioria grazie al contributo finanziario del Comune di Indemini, all'Ente Turistico del Gambarogno e al Fondo Nazionale per il paesaggio e, non da ultimo, all'opera di 20 giovani apprendisti di Utznach. È lungo questo percorso che si dirama il sentiero che porta verso l'Italia e quindi verso le grandi aree agricole (Cassinello e Monteviasco). Lungo questo percorso si attraversa il ruscello Inferno nel luogo in cui una volta era attiva una centrale idroelettrica che garantiva il minimo di energia al villaggio di Indemini

Album fotografico Visitare Indemini Contatti TrasportiArchivio; Ufficio postale Funzioni religiose
Admin Login
Prezzi Ostello
Prezzi Bottega dell'Artista
Trasporti Pubblici TI
Comune Gambarogno